Operæ seleziona designer e gallerie di design contemporaneo per testimoniare la maturazione di una nuova visione sul design fatta della ricerca di competenze, processi e percorsi che guardano al senso originario e primitivo della progettazione. Questa tendenza non è collocabile nella definizione di industrial design né di art design ma delinea un tentativo di riscrivere i codici estetici ed etici dell’espressione progettuale.

Tipico di questa classe di designer è il cross-over culturale che nasce dall’incontro con i saperi artigiani, dalla ricerca di materiali, dal recupero di tradizioni centenarie, dall’integrazione di processi di lavorazione digitali, dalle capacità di unire diverse discipline e dai risvolti sociali.

Ne diventano testimonianza oggetti ibridi e inattesi non classificabili secondo coordinate storico-economiche ma come scintille che animano il mercato e che trovano nelle gallerie di design contemporaneo la vetrina ideale per presentarsi al mondo del collezionismo.

La ricchezza di queste proposte ravviva oggi anche il settore manifatturiero che si manifesta sempre più interessato ad accogliere e a farsi portavoce di fenomeni emergenti e modelli produttivi complementari. Questo trend è incentivato da Operæ attraverso la strutturazione di un calendario di appuntamenti B2B, volto a supportare e promuovere l’incontro tra designer e aziende italiane e internazionali.

In questo contesto, Operæ è un incubatore di idee che abilita i designer e le gallerie, portatori delle istanze di questa trasformazione, a emergere, condividere, ricevere riconoscimento della propria ricerca e creatività, accelerare il proprio percorso di crescita.

Per loro, Operæ è l’occasione per presentare idee, prodotti e innovazioni a un pubblico di addetti ai lavori, nazionale e internazionale, ma anche di vendere direttamente ai visitatori, creare sinergie con altri attori del mercato, aumentare la propria rete di contatti.

LE CANDIDATURE ALLE SEZIONI DESIGNER E GALLERIE SONO APERTE.