Operæ ospita la mostra Franco Grignani – La complessità del segno elementare, uno dei quattordici percorsi espositivi realizzati da Torino Graphic Days nell’edizione 2017 per raccontare il passato e il presente della grafica.

La complessità del segno elementare, curata da Manuela Grignani Sirtoli, Fabio Guida e Serena Sacchero, è un percorso circolare che racconta la produzione di una vita intera, quella di Franco Grignani, celebre artista, graphic designer e fotografo del Novecento.

Spesso ricordato per la progettazione del logo della Pura Lana Vergine, Grignani è stato uno dei più prolifici e importanti designer italiani, ma anche architetto, artista, scienziato, fotografo, sperimentatore e scrittore.

Ritmo, tensione, vibrazione e armonia matematica. Franco Grignani ha saputo unire tutto questo – e non solo – in una produzione sconfinata, che non si “limita”, infatti, alla progettazione di loghi, ma sconfina verso l’advertising, la sperimentazione fotografica e l’art direction. Fra i suoi clienti sono annoverate alcune delle aziende più importanti del 900, fra cui: Pirelli, Olivetti, La Rinascente, Domus, Roche Dompé Pharmaceutical e Alfieri & Lacroix. Il risultato è un operato senza tempo, un design inteso nell’accezione più positiva del termine: Avanguardistico.

Grazie alla collaborazione tra Torino Graphic Days e Sublitex, azienda del Gruppo Miroglio, la fertile produzione di Grignani viene nobilitata all’interno della mostra dalla stampa delle opere su tessuto, e viene inoltre presentata attraverso libri, copertine e cenni storici sul percorso professionale di una delle più grandi icone del graphic design.